Bici-Crociera alle Isole Azzorre

[rank_math_breadcrumb]

– dal 2 al 16 maggio 2024 –

Nei primi anni 2000 abbiamo fatto tante bici-crociere ma poi avevamo preferito dedicarci a imprese ciclistiche itineranti di tipo diverso: ad agosto del 2023 ho voluto ricominciare a farne ed ho voluto ripetere la bellissima crociera in Norvegia e Capo Nord che avevo già fatta due volte in passato.

Questa volta la nostra nave era la Costa Fascinosa e devo dire che dopo le iniziali loro perplessità ad imbarcare/sbarcare le bici, abbiamo trovato delle modalità operative che si sono poi rivelate perfette e tutto è filato liscio nei vari porti.

Anche ad agosto, come succede sempre, il nostro gruppo di ciclisti in bici è diventato l’attrazione degli altri crocieristi che invidiavano la nostra libertà di azione e devo dire che la vacanza ciclistica su nave da crociera ha entusiasmati tutti quelli che non l’avevano mai fatta al punto tale che già a bordo abbiamo messo le basi per ripartire con la stessa nave alla scoperta di un arcipelago conosciuto unicamente per un “Anticiclone” che garantisce tempo bello e stabile in Europa!

Rimaneva però un piccolo neo da superare: in agosto Costa non aveva voluto accettare a bordo le bici assistite che alcuni di noi avrebbero portato … ma per le Azzorre questo anacronistico divieto è stato cancellato ed ora possiamo imbarcarne un certo numero perché in nave si è trovata la maniera di stivarle giornalmente per averle pronte e “cariche” ad ogni uscita.

Sarà quindi un piacere in più per coloro, me compreso, che sono poco allenati: le isole vulcaniche sono piene di montagne ed alcune uscite in bici sono impegnative.

Ovviamente faremo tutte le uscite in bicicletta con il “nostro” sistema: si pedala rilassati e “liberi” in maniera che ciascuno di noi adatti la quantità di chilometri da fare alle sue potenzialità e senza esagerare!

Questa formula, oramai ampiamente sperimentata, permette di gustare pienamente posti sempre diversi partendo … da un hotel a 5 stelle che ha viaggiato nella notte per farci trovare al mattino in una località nuova che ci mostrerà uno scenario completamente mutato.

E mai come in questa crociera la diversità dei luoghi è reale ed assoluta!!

Si passa dalle famose e turistiche città europee alle solitarie isole sperdute nell’Oceano Atlantico nelle quali gli scenari naturali sono rimasti integri e la vita scorre tranquilla!

Nelle bici-crociere, ed in questa in particolare, si riesce ad unire in una sola vacanza due piaceri: il piacere di rilassarsi su una nave nella quale TUTTO è mirato al benessere dei crocieristi ed il piacere di pedalare con un gruppo di amici in posti bellissimi: leggete la presentazione che segue e mettete nel vostro programma 2024 questa vacanza assolutamente unica nella quale passeremo ben quattordici favolosi giorni assieme!

Il periodo prescelto garantisce mare calmo, temperatura calda e lunghe giornate di sole e, per di più, la Crociera parte da Savona e quindi non ci sono lunghi e costosi trasferimenti aerei da fare.

Come ho detto, della nave “Costa Fascinosa” oramai sappiamo tutto e ne conosciamo i Responsabili; sappiamo quindi di poter avere un trattamento di riguardo nelle attività di bordo e sappiamo che avremo spazi riservati per le bici e la possibilità di scendere e salire in maniera “privilegiata” (le bici vengono scaricate/ricaricate dal personale Costa).

E, per di più, il costo “Gruppo” ottenuto è veramente irrisorio: un viaggio in nave lungo migliaia di chilometri ospitati per quattordici giorni in un “Hotel a 5 stelle” (con abbondante pensione completa, cabina con televisore satellitare, “super” animazione giornaliera e molto altro) … a meno di 100 euro al giorno a persona!

Ed è per tutto questo che mi sento di potervi assicurare che sarà una vacanza indimenticabile!

È un vero peccato per coloro che non potranno esserci per impegni di lavoro e/o familiari … ma, ancor più lo sarà per coloro che non decideranno in fretta: le cabine sono poche e si esauriranno molto velocemente!

                                                                                                                                            Tonino Scarpitti

ALCUNE IMPORTANTI INFORMAZIONI

LE ISOLE AZZORRE – Le isole Azzorre, famose per l’omonimo anticiclone che condiziona il meteo dell’Europa intera, sono un arcipelago portoghese di 9 isole nel mezzo dell’oceano Atlantico. Tutte sono di origine vulcanica, lussureggianti, montuose e selvagge (il Monte Pico con i suoi 2351 metri è la cima più alta del Portogallo), ma ingentilite da una folta vegetazione punteggiata da incredibili cespugli di ortensie. Le Azzorre sono isole di una bellezza unica, un autentico paradiso in terra, soprattutto per chi ama la natura e le vacanze attive. Delfini, tartarughe e balene si aggirano infatti nelle sue acque, facendo la gioia dei turisti che riescono sistematicamente ad avvistarli. Un tempo semi sconosciute, negli ultimi anni stanno diventando una meta turistica gettonata, rimanendo fortunatamente ancora autentiche e preservando il loro carattere selvaggio. Solitamente chi le visita una prima volta tende a tornare, grazie alla rara bellezza e alla grande diversità tra un’isola e l’altra.

PARTENZA DA SAVONA – Partire da un porto italiano per andare in Isole lontane ha molti vantaggi, il primo dei quali è certamente quello di evitare costosi voli aerei. Al porto di Savona si arriva facilmente in auto e si scaricano bagagli e bicicletta direttamente a bordo nave; si può lasciare l’auto in parcheggio e la si ritrova al ritorno; si può trasportare la bici montata senza usare borsoni o scatoloni (il personale di Costa la carica e la imbarca direttamente “pronta all’uso”)!

E-BIKE E/O ASSISTITE – In questa crociera si possono portare E-Bike e/o bici da corsa assistite che saranno di notevole aiuto nelle salite delle isole vulcaniche dell’Oceano Atlantico. Alcune uscite ciclistiche sono impegnative e quindi per i meno allenati, avere un aiuto da un motore significherà poter fare molta strada con uno sforzo ridotto e significherà poter vedere tutto quanto da programma avendo la certezza di poter tornare alla nave! Per motivi organizzativi, le E-bike e le bici assistite devono essere segnalate già nel modulo di adesione.

OCCUPAZIONE DEI POSTI – ATTENZIONE: questa è l’unica crociera che va alle Isole Azzorre nel 2024 ed è molto richiesta! Già le cabine esterne col balcone NON sono più disponibili e non è stato facile riservare le complessive 32 che sono a disposizione! Sarà impossibile aumentarle, saranno assegnate ad esaurimento, edè assai probabile che esse si esauriranno in meno di 15 giorniper cuiprima si aderisce e meglio è!

ASSICURAZIONE – La Costa, in collaborazione con Europ Assistance, cura molto la copertura assicurativa che è sempre consigliabile avere; è per questo che nella quota di adesione è stata già inserita la copertura “Early Booking” che copre in maniera significativa tutti i rischi di questo tipo di vacanza (cancellazione viaggio, danni/perdita bagaglio, spese mediche, ecc).

LE USCITE IN BICI – In maggio il clima in tutte le località che toccheremo consentirà di usare l’abbigliamento estivo anche perché pedaleremo sempre vicino al mare e quando saliremo “in quota” lo faremo nelle isole atlantiche calde e soleggiate nel quale il bel tempo è garantito. Le strade sono tutte perfettamente asfaltate; sono previste tappe anche lunghe ma si fanno quasi sempre in andata/ritorno e quindi ognuno può gestire la “sua” distanza avendo la sicurezza del “carro scopa” (questa funzione sarà demandata ad un taxi oppure ad un’auto presa a nolo). Nelle singole tappe è indicato un numero di Openrunner che indica la planimetria e l’altimetria della giornata: nel sito www.openrunner.com al numero indicato si può visualizzare, stampare e scaricare in un GPS in varie modalità.

GLI ACCOMPAGNATORI – L’esperienza delle precedenti bici-crociere conferma che la vacanza piace anche agli accompagnatori perché la nave è un hotel cinque stelle itinerante che permettere giorni di relax-attivo. Nelle varie tappe si può decidere di fare le escursioni a pagamento che propone Costa oppure, se ci si organizza a divisione spese, si può risparmiare (… e molto!) affittando sul posto un’auto!

DOCUMENTI E REGOLE DI INGRESSO – tutte le tappe si fanno in Spagna, Francia ed in Isole atlantiche (Madera ed Azzorre) che sono territorio delPortogallo, per cui è sufficiente avere una carta di identità valida per l’espatrio.

LA SICUREZZA – non ci sono problemi di sicurezza in strada perché il traffico nelle isole è scarso e quando la nave fa scalo in grandi città, il percorso scelto è quello meno trafficato; vero è che agli incroci l’organizzazione non può ovviamente mettere frecce di segnalazione, ma il percorso è semplice da seguire anche senza strumentazione elettronica ed in molte uscite si farà in andata/ritorno: non ci saranno quindi mai problemi, anche se nelle uscite è sempre consigliabile pedalare almeno in coppia! Ma se mai qualche ciclista si ritrovasse da solo ed in difficoltà lungo strada, mediante il cellulare (… da portare obbligatoriamente sempre!) e le specifiche App di connessione tra i partecipanti, sarà semplice farsi “recuperare”!

LA NAVE – La Costa Fascinosa ai suoi 3.800 passeggeri offre servizi di standard elevato paragonabili ad un hotel 5 stelle. La nave, varata nel 2012 e stata rimodernata nel 2019, dispone di un centro fitness, ristoranti, cafè, bar, piscine, 5 vasche idromassaggio, centro medico, assistenza bambini, internet, cellulare GSM. Tutte le sue 1.505 cabine sono spaziose, eleganti e dotate di telefono, TV satellitare, bagno con doccia e phon. A bordo c’è uno staff che si occupa di ogni aspetto della vacanza (animazione, escursioni, ecc.), ma ognuno potrà gestire la sua giornata come meglio crede. Si potrà assistere a spettacoli di qualità (ogni giorno musical, cabaret, fantasisti ecc.) in un grande ed attrezzato teatro. Vi è anche il casinò e la discoteca. La nave è famosa per quantità, qualità e varietà dei cibi ed a bordo si possono anche gustare i menù “gourmet” di tre grandi Chef. La cena del “Gruppo Bici-Crociera” sarà sempre al primo turno, ma … in crociera si può mangiare a tutte le ore del giorno e della notte! Da non dimenticare il costume da bagno per le piscine e per i bagni in mare nonché qualcosa di elegante per le serate di gala!!

Il programma della vacanza

La Crociera è di lunga durata (14 giorni) perché l’arcipelago delle Azzorre dista oltre 1.500 km dal Portogallo e circa 900 km dall’Isola di Madera: raggiungere queste isole che sono di fatto a metà strada tra l’Europa ed il Nord America non è cosa facile ed è per questo che il turismo crocieristico non le mette tra le destinazioni “normali”: questa bici-vacanza è quindi una occasione unica che noi sapremo sfruttare al meglio anche perché, pedalando, le isole si visiteranno in maniera compiuta e si potranno “vivere” in maniera intensa!

Giovedì 2 maggio: Savona – il Gruppo si ritrova al porto nella tarda mattinata e si imbarca seguendo una rapida e rigida tempistica. Il personale di Costa porterà direttamente in cabina le valige dei partecipanti mentre le bici (già montate), sempre a cura dal personale Costa con la supervisione di uno dei ciclisti, saranno stivate in appositi spazi. Si salirà a bordo già di mattina ed il pranzo si farà a bordo poi prima della partenza della nave (ore 16.30) si avrà accesso alla propria cabina: da quel momento il pomeriggio e la prima serata si trascorrerà prendendo familiarità con “l’hotel” nel quale si starà nei successivi quattordici giorni.

Venerdì 3 navigazione il primo giorno di navigazione trascorrerà tra le numerose cose da fare ed il riposo ed il relax in cabina. Il Gruppo si riunirà nel pomeriggio per approfondire le informazioni sulle uscite in bici e per decidere se e quanti accompagnatori vogliono seguire i ciclisti in maniera da organizzare la “scopa”.

Sabato 4: Malaga (Spagna) – arrivo 14.00 – partenza 19.00 – In bici km. 40.10/disl. 947 – (OpenRunner 17916171)

La prima uscita ciclistica si farà in terra spagnola e sarà finalizzata a conoscere le capacità ciclistiche dei singoli partecipanti. Non si faranno quindi lunghe galoppate ma si pedalerà nella A7000, una strada poco trafficata che dal mare porta fino ai 940 metri di altezza che si raggiungono dopo 20 km di salita continua con tratti a volte anche impegnativi. Al 20° km la strada spiana ed i ciclisti tornano alla nave che riparte alle 19.00. Ovviamente nessuno è tenuto ad arrivare ai 900 metri di altezza e si può liberamente invertire il senso di marcia. Chi poi non volesse fare salite, può pedalare lungo il mare nelle piste ciclabili arrivando magari fino a Torremolinos.

Domenica 5: navigazione – un giorno di navigazione nel quale si attraversa lo Stretto di Gibilterra e si entra nell’Oceano Atlantico. La giornata sarà utile per concedersi magari una visita rilassante e tonificante al centro benessere Sansara.

Lunedì 6: Isola Madera (Portogallo) – 10.00/18.00 – In bici km. 61/disl. 1.573 – (OpenRunner 17916699)

È l’isola di CR7 e la cosa è ben visibile, ma per i ciclisti della bici-crociera è la prima vera tappa “in linea” e la si fa in strade belle, ma nelle quali, di fatto, NON esiste la pianura e, se si lascia il percorso disegnato, è assai probabile che si incontrino pendenze impossibili! Il percorso previsto in Openrunner parte dal porto e, passando davanti al CR7 Museu, prosegue nella Estrada Monumental per andare fino a Camara de Lobos; poi, usando strade con pendenze “fattibili”, si contorna Cabo Girao e si scende alla spiaggia di Ribeira Brava dove si può fare un bagno in Oceano oppure gustarsi una pista ciclabile di 1,5 km … finalmente PIANEGGIANTI!! In verità chi non ha paura di pendenze che superano il 20% può salire a Cabo Girao passando per strade dirette che portano al suo famoso Skywalk oppure può allungare il percorso in tutte le direzioni, ma è meglio non dimenticare mai che bisogna ANCHE tornare indietro e che la nave riparte alle 18.00 senza aspettare nessuno!!!

Martedì 7: navigazione – mentre si prosegue la lunga navigazione nell’Oceano Atlantico avere un giorno di riposo sarà cosa graditissima, dopo le pendenze affrontate a Madera!

Mercoledì 8: Isola Sao Miguel (Portogallo) – 08.00/18.00 – In bici km. 103/disl. 2.349 – (OpenRunner 17918111)

Si arriva la mattina presto nell’isola di Sao Miguel, la più grande delle Azzorre, che nella sua parte est è coperta da foreste subtropicali e che vanta sorgenti termali e due bellissimi laghi posti all’interno di crateri di vulcani spenti. Il percorso ciclistico previsto è relativamente breve ma è impegnativo; consente di vedere le maggiori attrazioni di un’isola bellissima e varia che è grande abbastanza da offrirne anche molte altre a chi ha sufficiente forza nei muscoli!

Dopo i primi chilometri di riscaldamento, si inizia una lunga salita che porta alla sommità del primo vulcano spento ed al belvedere sul Lago Do Fogo seguito subito dopo dal passaggio vicino alle piscine termali di Caldeira Velha ed alla centrale geotermica. Poi si scende al mare nel versante nord a vedere Ribeira Grande e si costeggia l’oceano per una ventina di chilometri prima di risalire agli 800 metri per gustare l’eccezionale vista panoramica dal Pico do Carvao ed “entrare” nel secondo, gigantesco, cratere vulcanico scendendo fino al grande Lago Azul. Si attraversa il lago su un ponte di pietre che permette di entrare nell’antico borgo di Sete Cidades. Quindi si risale il bordo del grande cratere per riscendere nel lato sud dell’Isola e tornare quindi al porto di Ponta Delgada.

Sarà una giornata ciclistica bellissima il cui rilevante impegno altimetrico si può limitare scegliendo di vedere solo uno dei due laghi vulcanici … e la pedalata si può addirittura allungare andando a vedere anche la parte est dell’Isola!

Ma una cosa è sicura: qualunque sarà la strada fatta, resterà indimenticabile e la giornata avrà di certo soddisfatto tutti.

… ma che nessuno perda la nave che riparte alle 18.00, altrimenti la giornata sarà VERAMENTE indimenticabile!

Giovedì 9: Isola Terceira (Portogallo) – 08.00/18.00 – In bici km. 103/disl. 1.983 – (OpenRunner 17918581)

L’isola si chiama Terceira perché è la terza per dimensione dell’arcipelago: questa sua limitata grandezza consente di poter farne il completo periplo in un centinaio di chilometri nei quali non vi sono grandi difficoltà altimetriche … se non si vanno a cercare! Entrando in porto di mattina presto, si può iniziare a pedalare tranquilli andando a vedere la piscina naturale oceanica di Porto Martin e l’Area protetta della Costa das Contendas per arrivare rilassati ad Angra do Heroísmo, città risalente al 1534 e Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Il percorso prevede anche la salita sul punto panoramico che domina la città (Monte Brazil158 m.), ma essendo una andata/ritorno, la si può evitare anche perché, proseguendo, appena fuori dalla cittadina si inizia a salire per una decina di chilometri fino a giungere in un altopiano ai 500 metri di altezza. Da questo si distacca la ripida salita che porta al Belvedere della Serra di Santa Barbara (1.015 m. slm) che domina il cratere vulcanico più grande dell’Isola.

Ovviamente, essendo questi 5 km da fare in A/R, li si può evitare risparmiandosi così circa 600 m. di dislivello! Il percorso poi prosegue aggirando il vulcano spento ed iniziando a scendere lentamente verso il mare: la strada solitaria e senza traffico consente di gustarsi i panorami marini ma consente anche brevi deviazioni per andare alla scoperta delle Piscine naturali di Biscoitos o per vedere la Ponta do Misterio vista dal Miradouro de Alagoa. Ora il periplo dell’Isola è quasi al termine e lo si capisce quando si costeggerà l’aeroporto situato poco prima di entrare a Praia da Vitoria.

Si risale in nave avendo nelle gambe 2.000 metri di dislivello … che però questa volta, se si sono evitati un paio di punti panoramici, possono essere “solo” 1.300”! La nave riparte alle 18.00.

Venerdì 10: navigazione inizia la lunga navigazione oceanica che riporterà in Europa, ed avere un primo giorno di riposo dopo due uscite impegnative ci sta proprio bene!!

Sabato 11: navigazione … e non fa male neanche averne un secondo … anche se le gambe dei ciclisti ora già cominciano a scalpitare!!

Domenica 12: Cadice (Spagna) -08.00/18.00 – In bici km. 113 / disl. 832 – (OpenRunner 17919455) –

Dopo le salite fatte nelle isole vulcaniche dell’Oceano Atlantico, i saliscendi di Cadice neanche si sentiranno nelle gambe. L’impegno maggiore dei ciclisti sarà quindi quello di uscire e rientrare dalla città attraverso le piste ciclabili (le bici non sono ammesse sui due ponti che attraversano la baia) però, appena fuori dall’abitato, si potrà fare una lunga galoppata in andata/ritorno oppure si potrà seguire il tracciato di Openrunner che riporta al porto seguendo altre strade. La nave riparte alle 18.00 e dopo circa tre ore ci sarà il passaggio nello Stretto di Gibilterra ed il rientro nel Mar Mediterraneo.

Lunedì 13: navigazione sarà l’ultimo giorno di riposo in nave e lo si fa costeggiando la Spagna.

Martedì 14: Barcellona (Spagna) – 09.00/18.00 In bici km. 71 / disl. 1.144 – (OpenRunner 17927648) –

Nella grande città di Barcellona si arriva di mattina e, volendo si può semplicemente girare in bicicletta perché la città è piena di piste ciclabili. Il percorso predisposto, appena fuori dal porto, prende la pista ciclabile che costeggia il mare per poi entrare in quella che costeggia il fiume Besos; ma le colline intorno alla città chiamano e si inizia a salire per giungere dapprima al Mirador de Cerdanyola (350 m. slm) e poi ai 500 m. di altezza del Parco Tibidabo (Parco divertimenti con vista sulla città raggiungibile anche con una funicolare). Quando poi si riscende in città, si sale sul panoramico Montjuic per poi riscendere al porto. In verità c’è anche il tempo di fare un giro in bici per vedere le maggiori attrazioni turistiche della città (Sagrada Familia, Ramblas, ecc.), ma è più probabile che si torni a bordo perché la nave riparte alle 18.00.

Mercoledì 15: Marsiglia (Francia) – 09.00/18.00 – In bici km. 71 km / disl. 1.144 – (OpenRunner 17930259) –

Si arriva in porto alle 9.00 e si va subito in bici a vedere il Parc National des Calanques. Sarebbe il giorno ideale per pedalare con una bici Gravel negli sterrati del Parco ma, in fondo, forse non è un male il dover affrontare in andata/ritorno le brevi salite panoramiche dei Calanchi che scendono sempre al mare: è l’ultima pedalata della bici-crociera ed il percorso permette a ciascuno di “modulare” i chilometri facendo solo pianura oppure andando su e giù a volontà … ad ognuno la sua scelta personale!

Il percorso inizia contornando il Vecchio Porto ed andando nella famosa “Corniche du President Kennedy” che permette di vedere tutte le spiagge cittadine (Plage des Catalans, du Prophéte, du Prado, de la Pointé Rouge e la Plage le Bains des Dames) fino ad arrivare al Cap Croisette e gustarsi la Calanque de Callelongue. Chi tornasse subito alla nave per la stessa strada pedalerà una trentina di chilometri pianeggianti e può dedicare il resto di giornata alle visite “turistiche”.

Ma a chi vuole continuare, il percorso propone una seconda Calanque (de Sormiou): per vederla e tornare alla nave si dovranno fare una cinquantina di chilometri con circa 500 metri di dislivello.

Se ancora non basta c’è ancora una terza Calanque (de Morgiou) per vedere la quale i chilometri diventano una sessantina e l’altimetria supererà gli 800 metri.

Il percorso continua salendo fino al Col de la Gineste la qual cosa fa tornare alla nave con 71 km e 1.144 m. nelle gambe!

In verità chi volesse concludere la bici-crociera facendo una pedalata veramente “sfiziosa” potrebbe proseguire per gustarsi la Route des Cretes ed i panorami stupendi delle falesie di Cap Canaille giungendo fino al Faro del Bec de l’Aigle: vero è che facendo questo si superano i cento chilometri ed i 1.500 metri di dislivello, ma per le persone allenate sarebbe il modo migliore per finire in bellezza una crociera nella quale di bellezza se ne è vista veramente tanta!!!

La nave riparte alle 18.00 ed a cena il Gruppo festeggia il compimento di una nuova avventura ciclistica!

Giovedì 16: Savona– 09.00 alle 9 del mattino la nave attracca in porto e si rimette piede su terra italiana: la vacanza finisce e già si penserà alla prossima … che magari si sarà progettata nei giorni passati assieme!

QUOTE DI ADESIONE – La quota ottenuta come “Gruppo” COMPRENDE Tasse Portuali, Quota servizi/mance, Assicurazione Multirisci “Early Booking” (copre: cancellazione viaggio, danni/perdita bagaglio, spese mediche, ecc.).

Di fatto il costo complessivo ottenuto è assai basso (… meno di 100 euro al giorno a persona TUTTO COMPRESO!) ed è di circa 200 euro inferiore al miglior prezzo ottenibile nelle offerte online di Costa Crociere.

L‘assegnazione delle cabine sarà fatta ad esaurimento in base alla data di iscrizione all’iniziativa.

Quota di partecipazione a persona:                      cabine                 costo per una persona

                                                                         opzionate                  in cabina doppia

  • opzione 1 – cabina interna                                     15                                      1.390
  • opzione 2 – cabina esterna con oblò                   15                                      1.630
  • opzione 3 – cabina esterna con balcone               2                                      1.980

Il supplemento per la cabina singola o le quote bambini saranno comunicati solo agli eventuali richiedenti.

La quota, oltre a Tasse Portuali, Quota Servizi e Copertura Assicurativa, comprende – facchinaggio bagagli imbarco/sbarco, sistemazione in cabina doppia, assistenze portuali, trattamento di pensione completa, animazione e spettacoli serali, ingresso al Casinò.

non comprende: sono da inserire nel modulo di iscrizioni e da versare all’adesione:

Quota ciclistica: obbligatoria per i ciclisti (serve per l’affitto dell’auto “carro scopa” nelle tappe) Euro 150,00 a ciclista

Le altre spese facoltative sono gestite direttamente da Costa Crociere e si chiedono/pagano direttamente in nave

  • escursioni nei porti di attracco (si può scegliere giornalmente tra varie escursioni)
  • bevande ai pasti (si può scegliere tra vari pacchetti bevande)
  • wifi e Telefonia durante la navigazione (si può scegliere tra vari pacchetti)

SCADENZA ISCRIZIONI: ad esaurimento dei posti disponibili

PENALITA’ CANCELLAZIONI VIAGGIO: fatte salve le motivazioni di rimborso totale inserite nella copertura assicurativa, sarà trattenuto il 50% della quota versata per cancellazioni intervenute fino a 31 gg. prima della partenza; il 60% da 30 a 21 gg; l’80% da 20 a 11 gg.; il 100% da 10 gg a data partenza

DOCUMENTI NECESSARI: carta di identità valida per l’espatrio


COME SI ADERISCE

Si aderisce all’iniziativa versando 700 euro a persona di anticipo al momento dell’iscrizione.
Il saldo della quota dovrà essere fatto entro il 31 marzo 2024.

1) fare il versamento dell’anticipo e del saldo tramite:
– conto corrente bancario N. 17357.75 intestato a “Mare e Monti” presso Monte Paschi di Siena di Cagliari con i seguenti codici bancari: IT74N0103004800000001735775 – BIC: PASCITMMCAG

– conto corrente postale n. 22191092 intestato a “Mare e Monti – Via Mar Ligure, 96 – 09046 – Quartu S.E.”; per giroconti postali indicare i codici: IT77E0760104800000022191092 – BIC: BPPIITRRXXX

2) compilare il modulo di iscrizione inserendo i dati dei partecipanti.

3) inviare il modulo di iscrizione compilato e la copia della ricevuta del versamento via E-mail (girosardegna@gmail.com) o per posta (Mare e Monti – Via Mar Ligure, 96 – 09046 Quartu S.E. –CA-).

Estratto del REGOLAMENTO per le manifestazioni all’estero

·       possono partecipare alla manifestazione tutti i ciclisti (anche non in possesso del cartellino di abilitazione agonistica) purchè abbiano sottoscritto il modulo di adesione con la liberatoria ed abbiano versato la quota di adesione

·       saranno accettate iscrizioni fino al raggiungimento della disponibilità massima dei posti, in caso di maggiori richieste sarà data priorità alle iscrizioni pervenute prima in ordine strettamente temporale

·       la somma risultante tra il “Totale Generale da Versare” dedotto quanto anticipato all’atto dell’eventuale pre-iscrizione, deve essere versata entro il 31 marzo 2024

·       fatto salvo quanto ricade nella copertura assicurativa attivata, ogni iscritto accetta a suo carico tutti i rischi ciclistici (rottura/danneggiamento bici, cadute accidentali o causate da altri, ecc.) e di altro genere (guerre, sommosse popolari, alluvioni, rapimenti, ecc.) che si verificassero nel corso della manifestazione; niente potrà, in ogni caso, essere addebitato all’organizzazione.

·       le somme versate sono, a tutti gli effetti, quote contributive date all’Associazione in qualità di Sostenitori. Nessun obbligo od onere deriva dal versamento delle somme in questione.

·       l’Organizzazione si riserva la facoltà di portare variazioni ai programmi ed alle quote secondo necessità

·       Foro competente per le controversie: Cagliari

Fai sapere ai tuoi amici a quale fantastica esperienza parteciperai. Condividi con loro questa pagina

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email

Le Tappe Para-GiroSardegna 2023

Vuoi risparmiare sulla quota Hotel?

Se ti iscrivi entro il 31 dicembre 2023, la quota hotel, nel sistema di iscrizione online è automaticamente SCONTATA di 100 Euro.

Per avere lo SCONTO hai ancora:

Non aspettare l’ultimo momento
per iscriverti.

Giorni

Al GiroSardegna 2024 mancano:

Giorni
IL GIRO SARDEGNA E' INIZIATO

Ricevi in anteprima tutte le news.
Iscriviti alla Newsletter.